Doping Share Index , despite global fears corporate

Logo AntidiplomaticoUn gruppo di banche centrali ha investito 29 triliardi di dollari nel mercato azionario. FT

resize

17/06/2014

Una controllata della People’s Bank of China è l’istituzione pubblica più attiva in assoluto.

Un’altra teoria, da sempre bollata come cospirativa, assurge a fatto ora che il Financial Times ha rivelato che

“una serie di investitori delle banche centrali hanno iniziato a diventare protagonisti nei mercati azionari mondiali”.

Il Ft cita uno studio effettuato su 400 istituti del settore pubblico che sarà pubblicato questa settimana dal Forum Ufficiali degli Istituti Finanziari e Monetari , OMFIF, un gruppo di ricerca e consulenza nel settore bancario.

La tendenza, si legge nel comunicato,

“potrebbe contribuire potenzialmente al surriscaldamento dei prezzi” degli asset.

Lo studio rivelerebbe che gli istituti centrali del pianeta possiederebbero azioni per un valore complessivo di 29 triliardi di dollari, investiti in 162 paesi.

Stando al rapporto, una controllata della People’s Bank of China, la Safe (State Administration of Foreign Exchange) sarebbe divenuta la “più grande detentrice al mondo di titoli azionari”.

In Europa, le banche centrali svizzera e danese sono tra quelle che investono in azioni. La prima avrebbe una quota nell’azionario del 15%, come confermato anche da Thomas Jordan, presidente della Banca Nazionale Svizzera, mentre alla fine del 2013 il portafoglio titoli della seconda ammontava a 500 milioni di dollari.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.