La grave minaccia jihadista in Europa


Benladghem

Benladghem

Di Scott Stewart, vice presidente di analisi , e Sidney Brown

Il 26 marzo, la forza antiterrorismo della polizia federale belga, o Unità Speciali, hanno condotto uno stop auto crimine su Hakim Benladghem, 39 anni, cittadino francese di origine algerina. Quando Benladghem reagito aggressivamente, lui è stato ucciso dalla polizia il tentativo di arrestarlo. Le unità speciali hanno scelto di prendere Benladghem giù in una macchina fermarsi invece di arrestarlo nella sua casa perché aveva un’intelligenza che indica che è stato pesantemente armati. Le autorità sapevano anche dai loro colleghi francesi che Benladghem era stato addestrato come paracadutista nella Legione straniera francese.

Intelligenza supplementare ha mostrato che Benladghem aveva viaggiato molto e che, attraverso i suoi viaggi e le e-mail e cellulare di comunicazione, egli è apparso per essere collegato al movimento jihadista internazionale. Piuttosto che rischiare un confronto a casa di Benladghem, dove ha avuto accesso a un arsenale di armi e un giubbotto balistico e casco, la polizia ha deciso di arrestarlo mentre era lontano da casa e più vulnerabile. Le autorità belghe non hanno voluto rischiare un prolungato e sanguinoso assedio come quello che si è verificato nel mese di aprile 2012 a Tolosa, in Francia , quando la polizia francese ha tentato di arrestare sparatutto Mohammed Merah.

L’intelligence riguardanti l’arsenale del Benladghem è stata confermata quando una ricerca del suo appartamento ha rivelato diverse armi, tra cui un fucile d’assalto, un fucile mitragliatore e un fucile tattico. Egli possedeva anche una grande collezione di attrezzature tattiche, tra cui un giubbotto balistico, un casco in kevlar, uno scudo balistico e due maschere antigas. Con tali attrezzature e la formazione, Benladghem sarebbe stato ben attrezzato non solo di gestire un assalto al suo appartamento, ma anche per condurre un assalto armato – intelligence indica che si stava preparando per condurre un attacco del 27 marzo è riferito ciò che ha portato la polizia per tentare di arrestarlo. Le autorità stanno ancora in guardia da vicino le identità di obiettivi di Benladghem, ma visto il coinvolgimento di Francia, nel caso, è probabile che erano di natura transnazionale, ci sono un certo numero di tali obiettivi di Bruxelles, che ospita la NATO e la UE sede.

Autorità belghe stanno indubbiamente lavorando con i loro alleati europei e di altri per indagare contatti Benladghem al fine di determinare la portata della rete era una parte di quello che e minaccia i suoi soci pongono ancora. Questo potenziale minaccia è un ricordo delle sfide che radicalizzato i musulmani europei presenti per le autorità europee.
Le radici del problema

Ci sono lunghe, i legami storici tra il mondo islamico e l’Europa. Fin dai primi tempi dell’Islam e l’invasione degli Omayyadi ‘della Spagna e della Francia nei primi anni del ‘700, attraverso le Crociate e la colonizzazione europea del Nord Africa e in Asia meridionale nel 1700 e 1800, alla caduta dell’Impero ottomano a seguito della prima guerra mondiale e la colonizzazione europea del Medio Oriente, i fili d’Europa e del mondo musulmano sono stato strettamente intrecciato con la geopolitica in un arazzo vivida di conflitto e cooperazione.

La vicinanza del Nord Africa verso l’Europa meridionale e gli sforzi di colonizzazione degli europei ‘, in combinazione con le tante persone nel mondo musulmano cerca di istruzione e di occupazione in Europa, hanno portato a grandi popolazioni di musulmani che vivono nel Continente.

Ma questa stretta relazione non è stata priva di attrito. Anche se una gran parte dei musulmani in Europa proviene da famiglie che hanno vissuto lì per quattro o cinque generazioni, molti non si sono integrati nella società europea e spesso vivono in zone isolate, musulmani dominati. Inoltre, mentre l’Europa nel suo insieme sta soffrendo la crisi economica, la popolazione musulmana è stata colpita particolarmente duro e il tasso di disoccupazione per i giovani musulmani è allarmante in molte parti d’Europa. Questo, oltre al frequente discriminazione contro i musulmani nel mercato del lavoro, lascia molti musulmani sentirsi alienato, senza diritti e risentita. Quando questo risentimento è combinata con lo stato sociale europeo , in cui lavoro non è necessario per la sopravvivenza, molti di questi musulmani hanno la possibilità di essere esposti al discorso radicale e di essere coinvolti in attività politiche o anche militante radicale.

Immigrazione e di asilo leggi europee, che hanno concesso rifugio a molti ideologi jihadisti che sono stati perseguitati nei loro paesi d’origine, hanno aggravato la situazione. Uomini come Omar Bakri Mohammed , Abu Qatada, Abu Hamza al-Masri e il Mullah Krekar, tra molti altri, è stato permesso di aprire un negozio sul continente, e le zone musulmane in Europa a condizione ambienti ricchi di bersaglio per i predicatori jihadista, che stavano cercando di reclutare giovani musulmani ostili alla loro causa.

Anche se i paesi europei hanno adottato misure per espellere o estradare molti di questi teologi jihadisti dopo gli attacchi dell’11 / 9, che sono stati sostituiti da una seconda generazione di predicatori e la questione delle popolazioni musulmane ostili si è protratto e cresciuto. Un gran numero di vocali fondamentalisti islamici attualmente frequentano università europee. Incidenti come il divieto di burqa francese e la retorica anti-islamica di politici come Geert Wilders rafforzano la narrazione proposta dalla reclutatori jihadisti che l’Islam è sotto attacco da europei e aiutare gli sforzi predicatori ‘per reclutare nuovi adepti.

C’è una grande varietà nel modo in cui i musulmani sono radicalizzati, ma i reclutatori hanno costantemente utilizzato moschee, palestre e associazioni islamiche università come luoghi per individuare potenziali reclute. Le reclute di solito vengono poi portati a parte, lontano dalla vista della comunità, e radicalizzati in un one-on-one o in piccoli gruppi di impostazione. Questi reclutatori hanno spesso contatti con altre cellule radicali all’interno dell’Europa, così come collegamenti a jihadista e gruppi militanti stranieri, e utilizzare questi collegamenti per facilitare gli spostamenti ai campi di addestramento e le zone di guerra.

E ‘importante riconoscere che, mentre giovani musulmani possono diventare radicalizzati e sono spesso ricercati a scopo di reclutamento, non sono l’unico gruppo demografico suscettibile di radicalizzazione. Abbiamo visto anche gli adulti più anziani diventano radicalizzata – uomini come 39-year-old Benladghem o il 37-year-old fisico delle particelle francese, Adlene Hicheur . Tali individui con gradi, esperienza professionale pratica e precedenti penali pulite possono più facilmente viaggiare tra l’Europa e altri paesi stranieri, se necessario, e hanno meno probabilità di sollevare sospetti che gli uomini più giovani. Le donne possono anche diventare radicalizzata e possono servire come condotti importanti per i fondi e di intelligence o come reclutatori e propagandisti.

Non ci sono conteggi accurati di musulmani europei attualmente combattendo o di formazione all’estero, ma ci sono almeno diverse centinaia, e non ci sono stati migliaia negli ultimi decenni. Non tutti sono jihadisti; molti che hanno viaggiato verso la Libia e la Siria sono nazionalisti o islamisti non-jihadisti. Tuttavia, ci sono molti jihadisti fra loro, insieme ad altri musulmani che diventano fortemente influenzato dai jihadisti dopo aver combattuto con loro.

Nel loro insieme, queste condizioni hanno reso molto difficile per attenuare la minaccia jihadista in Europa. Se non altro, in base al tempo di attentati, complotti e arresti, la minaccia è sempre più acuta.

Le prospettive per l’Europa

Una cronologia degli attacchi e complotti sventati in Europa mostra che il ritmo dell’attività jihadista sul continente è in aumento. Come è avvenuto negli Stati Uniti, attacchi importanti come il marzo 2004 a Madrid attentati ai treni e alle luglio 2005 Londra attentati della metropolitana hanno causato le autorità europee a diventare molto più concentrati su questa minaccia, e di conseguenza sono diventati più proattivi nel loro approccio alla lotta esso.

Tuttavia, la natura della minaccia jihadista è leggermente diverso in Europa di quanto lo sia negli Stati Uniti a causa di differenze nelle comunità musulmane. Negli Stati Uniti, dove la comunità musulmana è più integrato e meno probabilità di essere isolati nei loro distretti, plotter tendono ad essere più auto-radicalizzati e aspirazionale. Una volta che diventano radicalizzata – spesso via Internet – è abbastanza comune per loro di essere arrestati mentre cercano di assistenza con le loro trame di individui che sono agenti dell’FBI o informatori di polizia che lavorano su operazioni sotto copertura. Il 17 ottobre 2012, l’arresto di Qazi Nafis, che ha cercato di bombardare la Federal Reserve Bank di New York , e il 15 settembre 2012, l’arresto di Adel Daoud, che pensava stava bombardando un bar di Chicago , sono esempi recenti di questa tendenza. Aspiranti terroristi negli Stati Uniti tendono ad essere più giovani e con meno esperienza rispetto ai loro omologhi europei, anche se ci sono state alcune eccezioni di rilievo, come la US Army Maggiore Nidal Hasan . In aggiunta, ci sono meno casi di femmine radicalizzati negli Stati Uniti.

A causa di popolazione musulmana concentrata e diseredati d’Europa, non è difficile per radicalizzato i musulmani europei a trovare confederati che non sono informatori della polizia. Gruppi ancora più ambiziosi e inetto – come ad esempio i quattro uomini che sono stati arrestati nel mese di aprile 2012, a Luton, Regno Unito, e che dichiararono colpevoli di aver complottato per attaccare una base dell’esercito britannico in 1 mar 2013 – possono essere parte di un più grande comunità radicalizzata e avere amici e parenti che sono stati coinvolti in trame precedenti o che hanno viaggiato all’estero per combattere la jihad. Questo è stato vero per Tolosa sparatutto Merah: Anche se ha diretto i suoi attacchi di tiro solo, Merah era stato a lungo parte di una comunità militante più grande e aveva viaggiato in posti come il Pakistan e l’Afghanistan per addestrare e combattere. Le autorità francesi hanno inoltre riferito, indagato il fratello maggiore di Merah, Abdelkader, nel 2007 per aiutare i viaggi europei musulmani in Iraq a combattere.

Il ritratto di Benladghem che sta cominciando ad emergere è in qualche modo simile a quella di Merah. Benladghem ha mantenuto il contatto con un certo numero di persone associate con le reti jihadiste in Francia e in Belgio, così come con i jihadisti stranieri. Secondo le notizie, è venuto a conoscenza del governo francese dopo essere stato negato l’ingresso a Gaza dall’Egitto mentre trasportano giubbotti balistici e maschere antigas. Pressione da parte del governo francese dopo il suo ritorno dall’Egitto può aver causato la sua immigrazione in Belgio. Fonti di Stratfor hanno detto che le autorità francesi allertato i loro omologhi belgi circa Benladghem quando si è trasferito in Belgio e che era sotto stretto controllo a causa della sua storia.

Tuttavia, Benladghem non sembra essere stata in grado di partecipare a qualche attività illegale, mentre in Belgio. È stato riferito, coinvolto nel 21 marzo rapina a mano armata di un ristorante fuori Bruxelles mentre tentava di rubare armi da proprietario del ristorante. Secondo le notizie, due complici che accompagnano Benladghem durante la rapina a mano armata sono stati arrestati, e sia Benladghem implicati durante l’interrogatorio della polizia.

Non è chiaro se Benladghem era a conoscenza dell’arresto dei suoi colleghi. A quanto pare non ha cercato di cache o altrimenti disporre delle sue armi e delle attrezzature, né ha fuggire dal paese, come avrebbe potuto fare se avesse temuto arresto.

Come Merah, Benladghem era armato ed era competente, con le armi che aveva acquisito. Non aveva bisogno di raggiungere un informatore della polizia per ottenere le armi. Egli ha anche in qualche modo era riuscito a mantenere se stesso e acquisire un veicolo a quattro ruote motrici costoso, anche se si racconta che non aveva lavorato per anni. Non è ancora chiaro se ha ricevuto sostegno esterno o se si è sostenuto attraverso rapine a mano armata come quella che ha condotto 21 marzo.

Operatori addestrati, dedicato e armato con collegamenti internazionali, come Merah e Benladghem, rappresentano una minaccia molto diverso rispetto agli aspiranti jihadisti e incompetente spesso visto negli Stati Uniti. Ciò significa che le autorità europee avranno il loro bel da fare per loro. Ma questa non è solo una cattiva notizia per gli Europei, ma potrebbe anche far presagire più antiamericana attentati in Europa o anche attacchi di fuori dell’Europa, come militanti con passaporti europei viaggiano altrove.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s